Scuola

La Scuola

Una scuola modello Neo-ericksoniano

Emanazione didattica e formativa della A.M.I.S.I. è la Scuola Europea di Psicoterapia Ipnotica riconosciuta dal MURST con Decreto in data 20 marzo 1998.
La Scuola è contemporaneamente abilitata alla Formazione ed all’Aggiornamento Professionale dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici ed Odontoiatri, ed è iscritta all’Albo Nazionale della FNOMeO.

La Direzione della Scuola è affidata alla Dr.ssa Silvia Giacosa.

Il Comitato scientifico è diretto dal Prof. Marcello Cesa-Bianchi, già Direttore dell’Istituto di Psicologia della Università di Milano, dal Prof. Francesco Rovetto, Ordinario di Psicologia Clinica, Univ. di Parma, e dal Prof. Francesco Ravaccia, Ordinario di Psicologia Medica, Facoltà Medica dell’Univ. di Milano.
La Vicedirezione e la Segreteria Scientifica sono affidate al Prof. Agostino Massone, medico psichiatra, l.d. di Medicina Sociale all’Università di Milano.

 REGOLAMENTO

Gli obiettivi della Scuola assegnano una dignità scientifica ed una propria individualità alla Ipnosi quale principio intrinseco della Psicoterapia
neoericksoniana, affidandole non il ruolo semplicistico di supporto traduttore di una delle tante procedure psico o somato-terapeutiche conosciute come tali, ma piuttosto considerandola generatrice di un vero, distinto ed autonomo procedimento terapeutico.

In tal senso la Scuola Europea di Psicoterapia Ipnotica intende anche affermare il primato diauditorium_erickson_d una teoria scientifica alla quale nel corso degli anni, da Mesmer a Freud sino ad Erickson, va riconosciuta la collocazione alle radici della gran parte di tutte le psicoterapie attuali.

Il documento scientifico che traccia gli obiettivi della Scuola sono i tre “Manifesti Teorico Didattici”, il primo dei quali definisce la “Teorizzazione della Psicoterapia Ipnotica” (1995), il secondo descrive “Ipnosi, Psicoterapia
Ipnotica e Principi Neo-ericksoniani” (1998) ed il terzo si riferisce ai “Principi di Teoreticità e di Prassi della Psicoterapia Ipnotica Neo-ericksoniana” (2001), pubblicati sulla “Raccolta Documentaria di AMISI”.

È obiettivo primario e particolare degli insegnamenti mettere in grado l’allievo, oltre che di conoscere in modo esauriente i principi teorici della materia, di seguirne l’evoluzione scientifica e di passare alla fase pratica e terapeutica specifica attraverso la messa in atto del procedimento definito neo-ericksoniano.

Esso è basato essenzialmente sul rapporto e sul concetto di ipnosi non circoscritta soltanto a quello che avviene nell’interno del soggetto ma piuttosto collegata tanto da comprendere l’effetto di interscambio tra due persone come aspetto comunicazionale.
Questo al di là di una induzione formale in senso tradizionale o di manovre sofisticate e difficili, espressione piuttosto di interpretazioni antiche ed ormai fuori dagli schemi scientifici.

auditorium2_dDistribuito nei due bienni, l’insegnamento prevede una parte teorica dedicata alla psicologia generale e a tutti gli altri elementi di base necessariamente propedeutici alla attività psicoterapeutica, seguita nei periodi successivi dall’approfondimento specifico dell’indirizzo teorico culturale e metodologico secondo l’orientamento neo-ericksoniano.

La parte procedurale specifica viene attuata gradualmente e progressivamente attraverso un addestramento dell’allievo, nell’arco dei quattro anni, dall’approccio iniziale alle strategie terapeutiche.
La Scuola ha stabilito diversi accordi con Enti pubblici Ospedalieri e Privati accreditati per l’attivazione di programmi di carattere sperimentale e di ricerca, tuttora in corso.
Gli allievi del secondo biennio, in diversi gruppi di studio, attivano i programmi i cui risultati possono formare anche elemento per la compilazione di Tesi di specializzazione.